Elenco blog personale

Elenco blog personale

sabato 6 agosto 2016

Segnalazione "La mongolfiera, il monte Tambura e il tappeto volante" sul Blog Letterario di Linda Bertasi




giovedì 4 agosto 2016

Segnalazione - LA MONGOLFIERA, IL MONTE TAMBURA

 E IL TAPPETO VOLANTE di Fernanda Raineri

Oggi vi segnalo l'opera  dal titolo "La mongolfiera, il monte Tambura e il tappeto
volante"                               
di Fernanda Raineri.
La forza del racconto, come ci spiega l'autrice, non poggia solo sull’alternarsi delle vicende 
rocambolesche, ma si nasconde nell’anima dei quattro protagonisti che prendono letteral-
mente vita sulla pagina, coinvolgendo il lettore all’interno delle loro dinamiche, delle loro
paure, del loro modo di gestire le situazioni più paradossali, facendo perno sul valore più
magico e soprannaturale  di tutti: la vera amicizia.
L’eco delle indimenticabili avventure narrate da Jules Verne risuona non solo nel nome scelto
per la mongolfiera, ma anche nell’esperienza della discesa sotterranea; un Viaggio Al Centro
Della Terra ricco di scoperte e ritrovamenti, con soluzioni e linguaggi più moderni. 
Andiamo a conoscere più vicino quest'opera che avrò il piacere di recensire prossimamente.



























SINOSSI: La storia è ambientata in Versilia, immersa nella lussureggiante natura della
catena delle Alpi Apuane e sotto le viscere del Monte Tambura. Stella e sua sorella Glenda,
assieme ai due amici Rebecca e Frank, appena arrivati dagli Stati Uniti, restano 
coinvolti in una serie di eventi incredibili, al limite del soprannaturale.
Tutto ha inizio con un viaggio in mongolfi era fortemente voluto dai ragazzi, nonostante le
perplessità mostrate dai genitori. Ma quella che parte come un’esperienza unica si trasforma 
presto in dramma: i quattro, assieme ad Alfred, il giovane pilota turco della mongolfiera 
“Nautilus”, a causa di una turbolenza precipitano nel bel mezzo di un bosco.
Una volta ripresi i sensi si ritrovano tutti miracolosamente incolumi, anche se di Alfred 
non c’è traccia.
Stella e i suoi amici si avviano in cerca di un sentiero che li riconduca a casa, ma scoprono
invece un misterioso luogo sotterraneo e qui inizia un viaggio che, lascerà i protagonisti 
unici custodi di segreti rimasti inviolati per anni, offrendo a Stella, aspirante scrittrice,
una storia  da raccontare.






Eccovene un assaggio!

















[...] Giunse finalmente l’ora fatidica. Una persona dell’equipaggio di terra sganciò la corda che 
tratteneva la mongolfiera. Alfred tirò la manetta della fiammella mentre i quattro ragazzi si
abbarbicavano, chissà perché, alle corde, irrigiditi come stoccafissi.
Evvai! Su, dritti e veloci, leggeri come piume.
I ragazzi provarono una sensazione indescrivibile: vedere tutte quelle mongolfiere che si staccavano

mute dal suolo, quasi in contemporanea, e poi si allontanavano ognuna in una direzione diversa… 
sembravano un mazzo di palloncini variopinti sfuggiti dalla mano di un bambino.
«Bene ragazzi, adesso ci alzeremo fino a circa 1500 metri e, grazie al vento e alla mia abilità, 

ci dirigeremo verso il campo d’atterraggio previsto, dove ci aspetta la persona addetta al nostro 
recupero. Staremo per circa due orette nell’aere mattutino e poi caleremo dolcemente nel punto di
cui vi parlavo. Intanto potete godervi lo spettacolo delle alpi Apuane e della nostra bellissima costa… 
fantastico vero?»
Alfred si mostrava sicuro di sé e ispirava fiducia. Cominciarono tutti e quattro a sentirsi più rilassati.

Glenda prese la sua macchina fotografica e iniziò a scattare foto, prima ai suoi amici, poi ad Alfred,
al pallone – per quello che si poteva vedere dalla loro postazione – e infine al panorama intorno. 
Continuarono a volare prima verso la costa, e poi verso le montagne. [...]


Nessun commento:

Posta un commento